CLV

  • Filmata durante l’agonia: Pm chiede l'omicidio colposo per il marito di Sara Aiello

    Torre Annunziata (Napoli), 15/10/2021 - Si è tenuta questa mattina, presso il Tribunale di Torre Annunziata, la prima udienza per omissione di soccorso a carico di Massimo Marano, il marito di Sara Ajello, morta agonizzando davanti alla telecamera accesa dell’uomo a #Pompei il 3 giugno del 2015.

    Nelle questioni preliminari il pm, a sorpresa, ha richiesto la riformulazione del capo d’imputazione riqualificando il reato da omissione di soccorso a omicidio colposo, evidenziando che il Marano, in quanto coniuge, aveva un ruolo di garanzia nei confronti della moglie. A questo punto tutto torna al Gip che dovrà pronunciarsi nel merito.

    In attesa dell’udienza preliminare che è ancora da fissare, gli avvocati della famiglia Ajello, Felice Forgione e Catello Di Capua esprimono soddisfazione “rispetto all’iniziale richiesta di archiviazione della Procura per la riqualificazione del reato da omissione di soccorso a omicidio colposo. Naturalmente l’auspicio è che i tempi non si allunghino troppo altrimenti si rischia la prescrizione”.

    [VIDEO - Il caso nella puntata del 13 ottobre 2021]

  • Ritrovato senza vita imprenditore scomparso a Lodi

    Lodi, 15/10/2021 - Ritrovato purtroppo senza vita l'imprenditore di 68 anni scomparso il 2 ottobre da Lodi. E' stato identificato come il suo il corpo emerso sei giorni dopo la scomparsa dal canale Muzza, lungo il quale era stata trovata la sua auto. I familiari avevano lanciato per lui un appello a "Chi l'ha visto?".

  • “Aiuto, non so dove sono”: Due anni dopo nessuna traccia di Gaetano Addante

    Bari, 15/10/2021 – La sera del 15 ottobre 2019 Gaetano Addante ha chiamato i familiari per chiedere aiuto ma non è riuscito a spiegare dove si trovava. Nonostante le ricerche, e il cellulare rimasto acceso per alcuni giorni, del 60enne di Capurso non sono trovate tracce. “E’ stato accompagnato e lasciato? Qualcuno ha approfittato delle sue fragilità?”, si chiede Annalisa Loconsole, presidente di Penelope Puglia, in un comunicato che definisce inquietante la scomparsa dell’uomo. “Il Procuratore della Repubblica, Dott.ssa Catella, ha messo a disposizione della famiglia i tabulati telefonici e telematici di Addante, che sono stati analizzati dall’Ingegnere forense padovano, Nicola Chemello”, per ritrovare il telefono.

    [PAGINA]



    Il comunicato integrale:

    “Gaetano Addante è il 60enne di Capurso di cui si sono perse le tracce il 15 ottobre 2019. Ad oggi non abbiamo sue notizie. Il caso, trattato anche dalla nota trasmissione “Chi l’ha visto?,” è inquietante perchè Gaetano, nell’ultima telefonata, scambiata con la sua famiglia, riferiva di trovarsi in una zona periferica, in un campo di fiori, ma non sapeva indicare dove. Si è perso? E’ stato accompagnato e lasciato? Qualcuno ha approfittato delle sue fragilità? La famiglia riferisce di aver sentito delle voci in sottofondo, e di aver chiesto di parlare con queste persone ma nessuno ha inteso rispondere. e poi un treno in corsa. Non è l’ultimo segnale di Addante perché il suo telefono squillerà per altri 4 giorni, il cui segnale viene intercettato sempre dalla stessa cella, in zona San Giorgio, ma, dall’altro capo, nessuno risponde. L’Associazione Penelope, l’unità cinofila delle Guardie Zoofile di Bari e le Associazioni di Protezione civile, supportate dai Carabinieri della Stazione di Triggiano, hanno ripercorso i luoghi. le strade e i casolari abbandonati, lungo la complanare ovest che costeggia la SS 16, da San Giorgio a Torre a Mare, dove l’unità cinofila, Freddy, ha rilevato le tracce biologiche di Addante, spingendosi in proiezione, verso l’entroterra, tra Triggiano e la Zona Industriale a ridosso della ferrovia. Grazie, poi, alla collaborazione interistituzionale, è stato possibile stabilire i confini di rilevamento della traccia del cellulare. Infatti, il Procuratore della Repubblica, Dott.ssa Catella ha messo a disposizione della famiglia i tabulati telefonici e telematici di Addante, che sono stati analizzati dall’Ingegnere forense padovano, Nicola Chemello, che, collabora con l’Associazione Penelope. L’ingegnere ha fornito l’apparecchio BTS Tracker, che garantisce la misurazione dell'ambiente radio e la verifica della reale copertura delle celle telefoniche,.la cui misurazione è stata affidata al Corpo Provinciale dei Vigili del Fuoco di Bari, interessato dalla locale Prefettura. Attualmente, c’è una mappa su cui occorrerà fare una ricerca minuziosa e puntuale capillare per ritrovare l’apparecchio telefonico che, si spera, porti a Gaetano Addante. Quel giorno, Gaetano è stato visto sulla complanare ovest da più persone, non solo da coloro che, poi, a seguito degli appelli dei familiari, hanno fornito segnalazioni, bensì anche da coloro che, abitualmente, sono presenti in quell’area, ma che non hanno voluto collaborare con indicazioni precise. Il fenomeno delle persone scomparse è costante e la Puglia, secondo la relazione del 30/6/2021, presentata dall’Ufficio del Commissario per le persone scomparse, presso il Ministero dell’Interno, si colloca al 6* posto in Italia per persone scomparse ma il numero dei minori scomparsi è quello più inquietante e su cui si sta focalizzando l’attenzione delle Istituzioni e dell’Associazione. L’Associazione delle famiglie e degli amici delle persone scomparse Penelope Puglia odv,, presente sul territorio da 15 anni, continua nella sua mission al fianco delle famiglie, con l’ausilio di professionisti che offrono, gratuitamente, la propria professionalità. L’annoso dramma dei cadaveri non identificati resta la spina nel fianco, infatti non è operativa ancora la banca dati per il matching tra i DNA delle famiglie e quelli dei cadaveri senza identità”.

    Annalisa Loconsole - Presidente Penelope Puglia

  • Roberta Martucci: La famiglia contro l'archiviazione

    Lecce, 14/10/2021 - Roberta Martucci: Il gip deciderà il 10 novembre sull’opposizione dei familiari alla nuova richiesta di archiviazione delle indagini della procura di Lecce. I loro sospetti sull’uomo che molestava la sorella della giovane donna, scomparsa il 20 agosto 1999 da Torre San Giovanni.

    [PAGINA]

  • Artista di strada morto a Lecce: Un fermo per rapina

    Lecce, 14/10/2021 - Artista di strada morto a Lecce: Fermato nella tarda serata di ieri dalla Polizia un 23enne senegalese senza fissa dimora. E’ accusato di rapina e di morte o lesioni conseguenza di altro reato. Il figlio di Leonardo Vitale ha lanciato un appello a testimoni nell’ultima puntata di “Chi l’ha visto?”.

  • Collinzio D'Orazio: chiuse indagini, cambia capo di imputazione

    Avezzano, 14/10/2021 - Collinzio D'Orazio: Chiuse le indagini, procura di Avezzano accusa di abbandono di incapace e non più di omicidio volontario i due giovani che la sera dell’1 febbraio 2019 gli diedero un passaggio in auto. Il corpo dell’uomo scomparso fu ritrovato 23 giorni dopo nel fiume Giovenco.

    [VIDEO  - il caso nella puntata del 17 giugno 2020]

  • Gabby Petito è stata strangolata: "Il fidanzato potrebbe anche essere in Italia"

    Roma, 13/10/2021 - Gabby Petito è stata strangolata: L’esito dell’autopsia sulla influencer scomparsa durante un viaggio con il fidanzato negli Usa e ritrovata morta. Brian Laundrie ancora ricercato dall’Fbi, anche in Italia, qualcuno ha informazioni utili?

    [VIDEO - il caso nella puntata del 29 settembre 2021]

  • Denise: i genitori si oppongono all'archiviazione

    Trapani, 13/10/2021 - I legali dei genitori Piera Maggio e Piero Pulizzi, avvocati Giacomo Frazzitta e Piero Marino, hanno depositato opposizione alla richiesta di archiviazione delle nuove indagini chiesta al gip dalla procura di Marsala. La nuova inchiesta ha riguardato Anna Corona e Giuseppe Della Chiave (che lo zio sordomuto aveva indicato su uno scooter con la bambina il giorno della scomparsa), oltre a due coniugi romani accusati di false dichiarazioni al pm.

    [VIDEO - il caso nella puntata del 22 settembre 2021]

  • Ritrovato dopo l'appello il giovane scomparso dall'ospedale a Milano

    Milano, 12/10/2021 - Ritrovato e soccorso il giovane polacco scomparso da un ospedale di Milano il 3 ottobre. Era stato ricoverato in un'altra struttura, a Legnano, i cui sanitari hanno contattato la redazione di “Chi l’ha visto?” dopo l’appello dei familiari, pubblicato sul sito del programma e ripreso da “Milano Today”.

  • Sara Pedri: Ex primario potrà essere licenziato, via libera dei Garanti

    Trento, 12/10/2021- Il Comitato dei Garanti ha approvato all’unanimità la richiesta della Commissione disciplinare dell’Azienda Sanitaria di #Trento di licenziare Saverio Tateo, ex primario del reparto di ginecologa dell’ospedale Santa Chiara dove lavorava Sara Pedri, la ginecologa scomparsa il 4 marzo. Il suo legale, avvocato Vincenzo Ferrante, ricorrerà al giudice del lavoro contro la decisione.

    [VIDEO INTEGRALE]