CLV

  • Mariangela Corradin: "Ventisei anni senza avere una verità"

    Torino, 11/8/2021- “Sono ventisei anni che combatto per avere una verità, una giustizia, una risposta”. Il messaggio di Paola, la figlia di Mariangela Corradi, scomparsa l’11 agosto 1995, lasciando in casa il ferro da stiro ancora acceso. “Io non riesco a fare finta di niente, ci si abitua ma non si dimentica, si va avanti, si affronta la vita di tutti i giorni e il dolore, la sofferenza si trasforma in forza”.

    Il messaggio integrale pubblicato sulla pagina Facebook di Penelope Italia:

    "Ventisei anni....il tempo per un breve istante sembra si sia fermato a questo giorno e invece è andato avanti, in modo inesorabile....senza farsi troppi problemi. Non è facile fare finta di niente, fare finta che niente sia successo. La scomparsa di mia madre ha cambiato profondamente tutti noi, niente è stato quello che doveva essere e penso che difficilmente lo sarà mai. È stata un' onda travolgente che ancora adesso a volte ci "sbatte" ad una realtà alla quale non sappiamo dare risposta e nessuno è in grado di darcela. Mi manca mia madre, mi manca tantissimo e il non sapere cosa gli sia successo, dove sia, è inspiegabile da descrivere. Sono ventisei anni che combatto per avere una verità, una giustizia, una risposta. Io non riesco a fare finta di niente, ci si abitua ma non si dimentica, si va avanti, si affronta la vita di tutti i giorni e il dolore, la sofferenza si trasforma in forza. Dentro di me c'è quel pizzico di speranza di rivedere quel sorriso a cui mi aggrappo nei momenti più bui e mi immagino di poterle raccontare di me, di quella figlia con cui condivideva tanti sogni e fantasie di vita. Parlarle di noi figli, che nonostante tutto nel cercarla siamo sempre uniti, dei nipoti che sarebbero la sua gioia più grande. Ogni anno, quando arriva questo giorno vengo travolta da mille emozioni e mi dico....chissà

    che Tu Mamma ❤️ possa vedere quante persone ti ricordano in mille modi diversi e poi tutti insieme da posti diversi alziamo lo sguardo cercando la stella più bella 🌟per ricordare il tuo sorriso... ...perché non si può sparire nel nulla!!!

    Mamma....ti voglio bene ovunque tu sia ❤️"

  • Ritrovato dalla Polizia corpo dell’uomo scomparso a Bari

    Bari, 11/8/2021 - Ritrovato purtroppo senza vita l’uomo di 38 anni di #Bari, che il 27 luglio si è allontanato dal centro diurno che lo assisteva. Il corpo rinvenuto dalla Polizia ieri sera, ai piedi di un dirupo in zona Lama Balice. I familiari avevano pubblicato un appello per lui sul sito e i social di “Chi l’ha visto?”.

  • Ritrovato dai Carabinieri l’uomo scomparso da provincia di Roma

    Roma, 10/8/2021 - Ritrovato dopo l’appello sul sito e i social di “Chi l’ha visto?”, sta bene, l’uomo di 54 anni scomparso il 2 agosto in circostanze allarmanti da un centro della provincia di #Roma. I familiari, che ringraziano tutti, comunicano che i Carabinieri lo hanno rintracciato e soccorso ieri nella Capitale.

  • Sara Pedri: Carabinieri chiedono di indagare ex primario e vice

    Trento, 10/8/20201 - Con una informativa alla procura, i Carabinieri del Nas hanno chiesto, di iscrivere nel registro degli indagati Saverio Tateo, l'ex primario del reparto di ginecologia dell'ospedale Santa Chiara di #Trento, dove Sara Pedri lavorava, e la vice Liliana Mereu. L’ipotesi è di maltrattamenti nei confronti di 14 persone, tra medici e infermieri, inclusa la giovane ginecologa scomparsa il 4 marzo. Il 12 luglio i due erano stati assegnati ad altro incarico per decisione della Commissione interna, istituita dall'Azienda sanitaria di Trento dopo gli appelli e le denunce di familiari e colleghi a “Chi l’ha visto?”.

    [VIDEO INTEGRALE]

  • Gianmarco Pozzi: “Vogliamo giustizia”, manifestazioni a Ponza a un anno dalla morte

    Latina, 5/8/2021 - "Non ci arrendiamo, vogliamo giustizia per Gianmarco, vogliamo sapere quello che è successo. Vogliamo capire il perché di tante bugie e reticenze. Mio figlio non ci è finito da solo in quell'intercapedine. È stato ucciso". Il padre Paolo Pozzi a “Chi l’ha visto?”, al suo fianco la moglie Paola e le sorelle di Gianmarco, Martina e Alice. Una famiglia unita che con grande determinazione cerca la verità. Per questo, a un anno dalla morte, ha organizzato una fiaccolata sull’isola la sera dell’#8agosto. il giorno dopo si celebrerà una messa alla chiesa di San Silverio e Santa Domitilla, nella zona del porto.

    Sulla morte del campione di kickboxing, trovato senza vita in una intercapedine sull'isola di Ponza, indaga per omcidio la Procura di Cassino, con il sostituto procuratore Beatrice Siravo. Sono state sentite decine di persone nell'ambito dell'inchiesta. Molti ancora i punti da chiarire: che fine hanno fatto i vestiti di Gianmarco? Perché non è intervenuto un medico legale? Perché l'area non è stata posta sotto sequestro? Cosa è successo? Possibile che nessuno abbia visto nulla?

    Due consulenze opposte. Da una parte la consulente della Procura - la dottoressa Lucidi - sostiene sia stato un incidente, dall'altra il consulente della famiglia Pozzi - il professor Vittorio Fineschi - sostiene sia un omicidio.

    "Jimmy era un combattente. Dobbiamo combattere per lui" conclude Paolo.

    [Video - Il caso nella puntata del 9 dicembre 2020]



  • Ritrovato il corpo dell'anziano scomparso da Trapani

    Trapani, 4/8/2021 - Ritrovato purtroppo senza vita l’anziano di 89 anni scomparso la mattina del 24 luglio. I familiari avevano pubblicato per lui un appello sul sito e i social di “Chi l’ha visto?”.

  • David Tobini: Il parà morto in Afghanistan fu ucciso da fuoco amico

    Roma, 3/8/2021 - Il Caporal Maggiore Scelto David Tobini fu vittima di fuoco amico. “Omicidio colposo”, scrive il gip del Tribunale di #Roma che ha archiviato la nuova inchiesta sul parà ucciso il 25 luglio 2011 in Afghanistan. Ma il reato è prescritto. Lo rende noto “Il Messaggero”. "Il colpo che ha attinto Tobini proveniva da dietro in avanti, dal basso verso l'alto e da sinistra verso destra", scrive il giudice nell'ordinanza, aggiungendo che dichiarazioni del commilitone che insieme a lui "devono essere sottoposte ad attento vaglio, essendo non indifferente la sua collocazione".

    “Sia reso pubblico il nome di chi lo ha ucciso e chi ha mentito paghi”. Si appella alla procura militare e chiede un’inchiesta parlamentare la mamma Annarita, che a “Chi l’ha visto?” aveva annunciato di voler restituire la medaglia d’argento ricevuta dal ministero della Difesa.

    [VIDEO - Il caso nella puntata del 9 dicembre 2020]

  • Francesco Pantaleo: Indagine per istigazione al suicidio della procura di Pisa

    Pisa, 3/8/2021 – E’ quello di istigazione al suicidio il reato ipotizzato dalla procura per la morte di Francesco Pantaleo, il 23enne studente universitario di Marsala (Trapani), scomparso il 24 luglio e trovato carbonizzato nelle campagne di San Giuliano Terme il giorno dopo. Ne danno notizia l’Ansa e le testate giornalistiche locali. Disposte l'autopsia e indagini specialistiche informatiche sui dispositivi che utilizzava, come la copia forense dei dati contenuti nel pc portatile e nello smartphone, lasciati nell’appartamento che condivideva con due coinquilini. La procura inoltre chiederà di verificare la navigazione sul web e le chat di un videogioco di combattimento virtuale online di cui era molto appassionato e che risulta rimosso dal computer. I Carabinieri esaminano le immagini delle telecamere di videosorveglianza, pubbliche e private, per ricostruire le ultime ore di vita del giovane.

  • "Sto bene", la donna scomparsa a Roma si è messa in contatto

    Roma. 2/8/2021 - Ritrovata, sta bene, la donna che si era allontanata a #Roma il 19 luglio in circostanze allarmanti. Si è messa in contatto con il figlio e i nipoti, che avevano pubblicato per lei un appello sul sito di "Chi l'ha visto?" e ringraziano tutti.

  • Ritrovato senza l'anziano scomparso nel Riminese

    Rimini, 2/8/2021 - Ritrovato purtroppo senza vita l'anziano torinese scomparso il 29 luglio a Bellaria - Igea Marina. Il corpo dell'81enne rinvenuto per caso da un operaio tra i cespugli di in un parco, poco distante dalla casa dove era in vacanza.