CLV

  • Trovato senza vita l'operaio scomparso da Genova

    Genova, 25/06/2019 - Era dell'operaio romeno scomparso da Genova nel 2015 il cadavere trovato dai Carabinieri in località Pianetti di Donoratico. Il fratello, che aveva lanciato un appello a "Chi l'ha visto?", l'ha riconosciuto grazie a un tatuaggio sulla spalla raffigurante delle carte da gioco e dei dadi.

  • Rientrato a casa l'uomo scomparso da Roma

    Roma, 24/06/2019 - Rientrato a casa, sta bene, il 39enne scomparso da Roma il 14 giugno. Si era allontanato in circostanze allarmanti. La moglie, che aveva lanciato un appello a "Chi l'ha visto?", ringrazia tutti gli spettatori per l'aiuto.

  • Emanuela Orlandi 1983 - 2019, il fratello: "Nessuno mi ha convocato, solito muro di gomma"

     Roma, 22/6/2019 - "Non rinunceremo mai alla verità, ancora non mi dicono nulla. Tra dirmi 'la prossima settimana ti convochiamo e verbalizzi tutto quello che vuoi dire', e non dare più un cenno... non vorrei essermi ritrovato difronte al solito muro di gomma". Lo ha detto all'ANSA Pietro Orlandi, fratello di Emanuela, al sit-in nel 36mo anniversario della scomparsa, organizzato a piazza Sant'Apollinare, dove fu vista l'ultima volta. "Il magistrato Capaldo mi ha detto che è disponibile a essere ascoltato. Il Papa? Per me, in questa vicenda, è stato una delusione".

  • Beau Solomon: Galioto assolto per la morte dello studente Usa nel Tevere

    Roma, 21/6/2019 - Assolto per non avere commesso il fatto Massimo Galioto, il clochard di 44 anni accusato di aver spinto nel Tevere, il 30 giugno del 2016, lo studente americano Beau Solomon di 19 anni, poi annegato. Lo hanno deciso i giudici della III corte d'assise di Roma. Per Galioto, accusato di omicidio volontario, la procura aveva chiesto l'ergastolo.

    [Vai alla pagina del caso]

  • "Battesimo del volo": Reintegrata l'allieva pilota che denunciĆ² atti di nonnismo

    Roma, 21/6/2019 - Potrà essere reintegrata Giulia Schiff, l'allieva della Scuola di volo dell'Aeronautica Militare di Latina, espulsa per "insufficiente attitudine militare", che ha denunciato di aver subito episodi di nonnismo. Lo ha stabilito il Consiglio di Stato, che ha accolto il ricorso presentato dai legali della Schiff, gli avvocati Massimiliano Strampelli e Isidoro Cavaliere. "Giulia potra' riprendere la sua attività di formazione - spiega Strampelli all'Ansa - e partecipare al 125 corso dell'aeronautica presso la scuola ufficiali di Pozzuoli. Siamo soddisfatti della decisione presa dai giudici di Palazzo Spada che nel provvedimento hanno ravvisato la necessità di approfondire i profili motivazionali e procedimentali relativi all'espulsione".

  • Marco Vannini: Indagato l'ex comandante dei Carabinieri di Ladispoli

    Roma, 19/6/2019 - Il maresciallo Roberto Izzo, ex comandante della stazione dei Carabinieri di Ladispoli, è indagato per favoreggiamento e falsa testimonianza dopo le dichiarazioni di un testimone a "Le Iene". La sera 17 maggio 2015 avrebbe ricevuto una chiamata da Antonio Ciontoli, mentre Marco Vannini era ancora agonizzante nella villetta, che gli rivelava che ha sparare era stato il figlio. "La mia difesa è nei tabulati, l'unica telefonata è quella di cui c'è traccia", ha detto Izzo a "Chi l'ha visto?", smentendo di aver sentito Ciontoli prima della morte del giovane. L'attendibilità dei tabulati agli atti era stata messa in dubbio durante le indagini dal pm Alessandra D'Amore, che aveva rilevato l'assenza delle chiamate certamente fatte al 118. La famiglia Vannini non è mai riuscita a ottenere la documentazione completa del traffico telefonico fisso e mobile dei Ciontoli.

     

  • Fidanzati uccisi a Pordenone: Patteggia dieci mesi la ex fidanzata di Ruotolo

    Pordenone, 18/6/2019 - Per le accuse di false informazioni ai pm e favoreggiamento, ha patteggiato 10 mesi di pena sospesa Maria Rosaria Patrone, 28 anni, l'ex fidanzata di Giosuè Ruotolo, condannato all'ergastolo anche in Appello per l'omicidio di Teresa Costanza e Trifone Ragone il 17 marzo 2015 a Pordenone. Ne dà notizia "Il Gazzettino". La giovane donna era accusata di aver sollecitato alcune amiche a tacere, nel corso dell'inchiesta, su un falso profilo Facebook creato da Ruotolo. Il profilo era stato utilizzato per inviare a Teresa Costanza messaggi a nome di una fantomatica amante di Trifone Ragone. Le ipotesi di favoreggiamento erano legate anche alla cancellazione di alcuni messaggi scambiati con Ruotolo. L'accusa di false informazioni si riferiva a quando Patrone smentì l'esistenza di litigi tra Ragone e Ruotolo, quando fu sentita dai Carabinieri a Pordenone. Maria Rosaria Patrone, assistita dall'avvocato Costantino Catapano, ha sempre sostenuto di aver commesso un errore per amore e di non aver mai sospettato nulla in merito al coinvolgimento nel duplice omicidio di Ruotolo.

  • Ritrovato, sta bene, il badante scomparso da un ospedale di Milano

    Milano, 17/6/2019 - E' stato ritrovato nei pressi del quartiere dove viveva e lavorava come badante l'uomo romeno di 46 scomparso il 5 giugno. Ricoverato il giorno prima per un malore, si era allontanato dall'ospedale senza rientrare nell'abitazione del datore di lavoro, dove aveva lasciato il cellulare e i suoi effetti personali.

  • Ritrovato dai parenti l'uomo scomparso in auto dal Casertano

    Caserta, 17/6/2019 - Ritrovato in un ospedale l'uomo che il 12 giugno si era allontanato in circostanze allarmanti dal Casertano a bordo di un'auto. A rintracciare il 52enne in una struttura della provincia sono stati gli stessi familiari, che avevano lanciato un appello a "Chi l'ha visto?".

  • Morto in incidente mentre tornava a casa l'uomo scomparso da Piacenza

    Piacenza,16/6/2019 - Il corpo dell'artigiano di 64 anni scomparso il 31 maggio è stato trovato carbonizzato in un mezzo in fiamme uscito di strada alle porte di Travo. Ne dà notizia "Il Piacenza". Si tratta del camper in cui, il 7 giugno, l'uomo era stato rintracciato dai Carabinieri in un camping sulla costa Abruzzese. Due giorni prima il suo pick-up era stato trovato al porto di Ancona. All'interno un coltello sporco di sangue, ma le immagini delle telecamere di sorveglianza avevano mostrato che si era allontanato da solo e che non era ferito. Il profondo cordoglio della redazione di "Chi l'ha visto?" alla moglie e al figlio, che dopo il ritrovamento gli avevano rivolto un appello a tornare a casa, che si trova a pochi chilometri dal luogo dell'incidente. Sulla dinamica di quest'ultimo indaga la procura.