CLV

  • "Avete conosciuto quest'uomo?", appello della Polizia di Ancona

    Ancona, 13/6/2018 - “Per esigenze investigative e per il rilevante interesse pubblico che potrebbe riguardare eventuali altre vittime di reato, la squadra mobile di Ancona sta cercando di contattare coloro che abbiano eventualmente avuto incontri sessuali con Pinti Claudio, nato il 12.11.1982 di cui si divulga la fotografia. Chiunque fosse in possesso di notizie utili, è pregato di contattare con urgenza personale della Polizia di Stato - Squadra Mobile di Ancona, negli orari mattina o pomeriggio al numero 071.2288595”.

    La squadra Mobile della Questura di Ancona ha diramato questo appello a eventuali altre vittime di un 35enne, accusato di aver avuto rapporti sessuali non protetti con numerosi partner, conosciuti anche su siti di incontri in rete. Qualcuno potrebbe averlo conosciuto con nomi diversi?

    [Il caso nella puntata del 13 giugno 2018]


  • Ritrovata l'anziana di origine russa scomparsa nel Savonese

    Savona, 13/6/2018 - E' stata ritrovata nel tardo pomeriggio di oggi la signora 81enne di origine russa scomparsa in circostanze allarmanti martedì 12 giugno da un centro della provincia. E' in discrete condizioni di salute ed è stata ricoverata per accertamenti. Il figlio, che aveva pubblicato per lei un appello sul sito di "Chi l'ha visto?", ha ringraziato il pubblico del programma.

  • "Chi l'ha visto?" in lutto: E' venuta a mancare Luciana, la madre di Ilaria Alpi

    Roma, 13/6/2018 - La redazione di "Chi l'ha visto?" è in lutto per la scomparsa di Luciana, la mamma di Ilaria Alpi. Fino all'ultimo si è battuta per la verità sulla sua morte. I funerali di Luciana si terranno domani, giovedì 14 giugno, alle 11, a Roma, nella chiesa di Santa Chiara, in piazza dei Giochi Delfici.

  • Ritrovato in un canale a Paullo (Milano) il corpo di Sara Luciani

    Milano, 13/6/2018 - E' stato ritrovato poco fa nel canale Muzza all'altezza della casa dell'acqua a Paullo (Milano) il corpo di Sara Luciani, la ragazza di 21 anni scomparsa da Melzo lo scorso 8 giugno, il cui fidanzato si era tolto la vita. L'auto non è ancora stata ritrovata.


  • Lei scomparsa, il fidanzato suicida: Appello dei genitori di Sara a “Chi l’ha visto?”

    Milano, 12/6/2018 - “Stretti nel loro dolore per la scomparsa della figlia”, i genitori di Sara Luciani “ripongono la massima fiducia nell'operato delle Forze dell'Ordine e della Magistratura” e ritengono che possa essere utile alle ricerche diffondere una sua foto “al fine di permettere eventuali segnalazioni”. Sara ha “capelli neri, occhi castani, ha due tatuaggi, di cui uno visibile sul braccio sinistro”, scrivono a “Chi l’ha visto?” i genitori della ragazza scomparsa da Melzo l’8 giugno. Quella sera era senza occhiali e indossava “una maglietta e un pantalone neri”. E’ uscita in auto con il fidanzato Manuel, trovato impiccato il giorno dopo. Domenica 10 giugno il paraurti posteriore dell’auto è stato ripescato nel canale Muzza, mentre la targa e alcuni pezzi della carrozzeria sono stati rinvenuti nelle grate della centrale idroelettrica di Paullo.

  • Scomparsi in Messico: “Consegnati a boss con un dente di platino”, familiari ricevuti da Fico

    Napoli, 12/6/2018 - La figura di un certo “don Angel” come personaggio chiave del sequestro, anticipata subito dopo il rapimento dall’inviato di “Chi l’ha visto?”, emerge in modo più definito dal documenti della procura messicana che indaga sulla scomparsa dei tra italiani. Di carnagione chiara, robusto e basso di statura, don Angel "era a bordo di un suv rosso senza targa, ben vestito e con un dente di platino" visibile nell’arcata superiore. Sarebbe lui la persona che il 31 gennaio prese in consegna i cugini Antonio Russo e Vincenzo Cimmino, facendo capire di sapere dove si trovava Raffaele Russo, sparito prima di loro. “Ora li prendiamo e li portiamo dov'è l'altro italiano", avrebbe detto don Angel al vice capo della polizia di Jalisco, Hilario Farias Mejia, tuttora ricercato insieme al suo diretto superiore, mentre gli altri agenti coinvolti sono stati rinviati a giudizio. Nessun provvedimento risulta invece nei confronti di don Angel.

    I nomi delle persone coinvolte nella sparizione dei tre italiani e il ruolo che hanno avuto sono contenuti nelle 22 pagine di verbali degli interrogatori venute in possesso dell'avvocato Claudio Falleti, legale delle famiglie Russo e Cimmino. "I responsabili delle sparizioni hanno un nome e la vicenda è stata ricostruita. E’ il momento di agire, di fare pressione affinché, finalmente, dopo quattro mesi, si possa conoscere la sorte di Raffaele, Antonio e Vincenzo", ha dichiarato all’Ansa Falleti. Oggi l’avvocato e alcuni congiunti dei tre scomparsi sono stati ricevuti dal presidente della Camera, Roberto Fico.

  • La scomparsa di Giuseppe Eugeni: il comunicato stampa della figlia

    "A sei giorni dalla scomparsa di mio padre, Giuseppe Eugeni di 69 anni, residente con mia mamma a Piancastagnaio (Siena), nonostante il grande impegno delle squadre delle forze dell’ordine, dei vigili del fuoco, della protezione civile, della Misericordia, del SAST e dei volontari di moltissime associazioni della provincia di Siena e non solo, di lui non si è trovata alcuna traccia nella zona del Monte Amiata, in cui si sono avute testimonianze sicure del suo passaggio. In noi familiari, commossi e grati per la disponibilità, l’umanità e la competenza con cui si sono mossi gli uomini e le donne, impegnati nelle operazioni di ricerca, è sorto però il dubbio che lui sia salito su qualche auto e sia stato portato lontano da qui. Possibile che nessun altro abbia visto martedì 5 giugno, dalle ore 16 alle ore 18/19, mio padre camminare lungo la strada che porta verso la Vetta Amiata e molto probabilmente deviare verso la provinciale grossetana fino al bivio per le Macinaie? Se qualcuno lo ha visto o ha fatto qualcosa, non abbia paura o timore di parlare, di comunicare con me, con la famiglia. Noi siamo preparati a tutto, anche ai peggiori imprevisti della vicenda e saremo grati di qualsiasi informazione, perché abbiamo solo bisogno di sapere.
    Non siamo irritati con nessuno, non abbiamo sentimenti di rivalsa, né desideri di ritorsione. Siamo solamente addolorati. Purtroppo è stata la malattia di mio padre la causa principale di quanto avvenuto. Il mio accorato appello si rivolge a chi ha visto o sa qualcosa in più su mio padre e su quello che può essergli accaduto. Non abbia paura di parlare. Verrò di persona a verificare. Non intralciamo il lavoro delle forze dell’ordine. Questo è l’estremo tentativo mio e dei miei familiari, al fine di sciogliere ogni minimo dubbio e eliminare le tante ipotesi che ci tormentano.
    Un grazie a tutti.

    Veronica Eugeni"

    [Vai alla pagina del caso]

  • Condoglianze di "Chi l'ha visto?" a Diego per la prematura scomparsa del figlio

    Napoli, 12/06/2018 - Stanotte in un incidente ha perso la vita il figlio di "Diego", l'uomo che ha avuto la forza di denunciare gli abusi subiti quando era un ragazzo dal suo professore di religione. In questi anni abbiamo imparato a conoscere Diego, la sua grande sensibilità, la determinazione, la forza nel volere giustizia. Federica Sciarelli e tutta la redazione vogliono essere vicini a Diego e alla sua famiglia per questa terribile perdita. A lui e alla moglie l'abbraccio di tutti noi.

  • Ritrovata la dodicenne scomparsa in Francia insieme allo zio

    Lille (Francia), 12/6/2018 - La bambina di 12 anni, che era scomparsa il 15 maggio da una cittadina nei dintorni di Lille in circostanze allarmanti insieme allo zio 50enne, è stata ritrovata ieri a Pas-de-Calais. E' in buone condizioni di salute.

  • Si cerca nell'Adda la fidanzata del giovane suicida nel Milanese

    Milano, 11/6/2018 - I Carabinieri di Cassano d’Adda, insieme ai Vigili del Fuoco e alla Protezione Civile, proseguono le ricerche di Sara Luciani, la ragazza di 21 anni scomparsa lo scorso venerdì 8 giugno da Melzo, in provincia di Milano. Il fidanzato Manuel Buzzini, con il quale la ragazza era uscita di casa, è stato trovato impiccato la mattina seguente. Le ricerche si concentrano tra le chiuse di Truccazzano e Paullo, con attenzione all’Adda, alla cava di Bisentrate e a Pozzuolo Martesana. Ieri pomeriggio il paraurti posteriore dell’auto con la quale i due giovani si erano allontanati è stato trovato nel canale Muzza, mentre la targa e alcuni pezzi della carrozzeria sono stati rinvenuti incastrati nelle grate della centrale idroelettrica di Paullo.