CLV

Torna in HomeMisteri
Scomparso

La scomparsa e la morte di Davide Barbieri

Data pubblicazione:15/09/2008

Davide Barbieri, 27 anni, abita con la mamma nei dintorni di Roma, ma dal 16 luglio 2008 era ospite di una struttura di Orvieto (Terni) dalla quale si è allontanato il 27 luglio, senza fare più ritorno.



  • 26 gennaio 2009

    Isabella,una giovane donna che ha condiviso con Davide il ricovero in una clinica psichiatrica di Roma,parla della sua amicizia con lui ricordandolo come un amico dolce e fragile.

  • 9 febbraio 2009

    Laura Barbieri,ospite in studio, ha rinnovato l’appello per cercare il figlio e ha ascoltato la testimonianza della signora Marisa, collegata dagli studi di Bolzano, che sostiene di aver incontrato tra il 4 e l’8 gennaio 2009, in un autobus, un giovane somigliante a Davide. Il ragazzo parlava da solo e faceva discorsi deliranti sul giudizio universale.

  • 16 febbraio 2009

    La madre di Davide Barbieri è andata a Bolzano e a Dobbiaco (Bolzano) per verificare le segnalazioni di diverse persone che pensano di aver incontrato Davide.

  • 21 marzo 2018

    "Davide, sei arrivato il 21 marzo, il giorno della speranza. Da dieci anni sono orfana di te e ho festeggiato da sola il tuo compleanno", la madre di Davide in occasione del suo compleanno gli ha inviato una commovente lettera che è stata letta nel corso della puntata quotidiana di "Chi l'ha visto?".

  • 21 marzo 2012

    In occasione del suo compleanno la madre Laura gli ha indirizzato una lettera aperta, della quale è stato letto un brano durante la trasmissione:

    A Davide, il figlio della primavera e a tutti i nostri cari scomparsi

    Maledettamente mi manca di te: il suono della tua voce; i tormenti della tua anima; il tuo incessante parlare. Come diceva nonna tua. “Davide mio, parli quanto un giudice povero”.

    Maledettamente mi manca di te: la tua voglia di stare sempre tra la gente; il tuo cantare Giovanotti; il tuo strimpellare la chitarra nella convinzione che quello era saper suonare .

    Maledettamente mi manca di te: il tuo stile “bon ton”, difatti facevi il bacia mano alle signore, aprivi loro lo sportello dell’auto, tagliavi la frutta con coltello e forchetta, ricercavi vocaboli forbiti e fuori dell’uso comune, con cui esprimerti .

    Maledettamente mi manca di te: la tua attenzione al debole; la tua generosità verso il povero; il tuo rischiare per gli altri.

    Maledettamente mi manca di te: il tuo poetare; la tua immaginazione. Il tuo librarti in voli pindarici per approdare su galassie sconosciute;

    Maledettamente mi manca di te: la tua spudorata sincerità; la tua integra lealtà verso tutto e tutti.

    Maledettamente mi manchi tu: DAVIDE !

    Buon Compleanno, amore mio! da tutti noi, e da tutto il tuo mondo degli invisibili

    E un augurio speciale dalla tua mamma che ti stinge forte, forte al cuore e ti dice.“grazie per avermi reso mamma e ti ripete quella preghiera che ti piaceva tanto.

    “Mio Signore, mio Dio, una volta, dieci, cento, mille volte, dammi sempre lo stesso figlio.”

    Auguri Davide!

  • 1 maggio 2019

    Orvieto (Terni), 1/5/2019 - La redazione di "Chi l'ha visto?" si stringe alla mamma di Davide Barbieri, raggiunta ieri sera dalla notizia che appartengono a lui i poveri resti ritrovati nel 2017. I Carabinieri le hanno comunicato che le analisi hanno confermato la compatibilità genetica tra il Dna da lei fornito e la parte di teschio rinvenuta presso un torrente nei boschi di Morrano. La zona è la stessa nella quale si trova la struttura dalla quale il 27enne si era allontanato il 27 luglio 2008. Poche settimane fa la signora Laura, presidente di Penelope Lazio, aveva lanciato un nuovo commosso appello durante la striscia quotidiana del programma, in occasione del compleanno di Davide. Gli spettatori le avevano manifestato sui social la loro vicinanza e solidarietà.

  • 27 luglio 2021



    Il messaggio integrale pubblicato sulla pagine Facebook di Penelope Lazio:

    "27 luglio. Sul mio calendario questa data è segnata in rosso, ma non certo per indicare un giorno festivo, ma simbolo di un’indelebilità.

    Significa: TU, Davide, NON CI SEI PIU’.

    Oggi, per me, la memoria ha il sapore dell’assenza e del silenzio.

    Eppure non mi resta che camminare sul sentiero della memoria, la memoria del cuore, e .. attendere … attendere di ascoltare la musica della tua voce, di sentire i passi del tuo esserci trasformati in volo di farfalla, divenuti danza d’angelo.

    Davide, perché ti hanno portato via, senza prima insegnarmi come fare a vivere senza te?

    13 anni, oggi, nell’insuperabile mutismo di un dolore sordo, di un silenzio assordante che ti sconquassa le membra che ti rimbomba nella testa ... PERCHE’???

    Oggi dedico il mio dolore a tutte le mamme e a tutti i papà del mondo che vivono l’assenza dei propri figli.

    L’assenza ineluttabile, perché è seguita alla morte, l’assenza ancora figlia della speranza perché attendono un ritorno

    Oggi, Davide, TU, mia leggiadra farfalla, TU, figlio della primavera, TU, ali di libellula, TU, poeta del vento. TU… Davide, figlio di Laura, TU, oggi luce di una nuova stella lassù.

    Ed io proprio oggi, ti riconoscerò e… e parlerò con te, perché’? ...

    Perché, quando scenderà la sera, il firmamento mi indicherà la stella più brillante di tutte. Si, una su tutte: la più luminosa, la più bella ed anche la più birichina e .. e non avrò dubbi: sarai TU e … e ti parlerò …

    Anche perché lo sai, c'è un film d'animazione, tratto da un libro per bambini che si intitola "la stella di Laura" e quindi? ... quindi …

    A stasera, amore mio. Arrivederci dalla tua mamma".