CLV

Torna in HomeMisteri
Scomparso

Omicidio di Gianluca Bertoni: il giallo del lago

Data pubblicazione:01/04/2009

Il 7 dicembre del 1990 Gianluca Bertoni, 22 anni, è uscito dalla casa dei genitori con cui vive a Somma Lombardo (Varese) per recarsi dalla fidanzata. Non arriverà mai. La sua auto è stata ritrovata tre giorni dopo semicarbonizzata. L’11 gennaio, 35 giorni dopo la scomparsa, il suo corpo, con mani e piedi legati, è stato ripescato nel lago Maggiore, in un sacco per la spazzatura. Gianluca, figlio unico, era un ragazzo tranquillo e pieno di interessi, amante degli animali, tanto che frequentava con profitto il quarto anno della facoltà di veterinaria. Le indagini condotte subito dopo il delitto non hanno portato a nulla. Ma a 18 anni di distanza dall’omicidio la Procura di Varese è entrata in possesso di nuovi importanti elementi. Si tratta di tracce di Dna rinvenuto sul nastro adesivo usato dagli assassini per legare il sacco di plastica e che oggi, grazie a nuove tecniche, è stato possibile analizzare. L’attenzione degli inquirenti è puntata anche su alcune auto segnalate da un testimone e notate nei pressi della casa di Gianluca all'epoca del delitto: una Fiat 127 rossa, una Volkswagen Golf bianca e una Alfa Romeo Giulietta. Le nuove indagini si sono concentrate sul 'Circolo 4x4', nei pressi di Busto Arsizio, frequentato anche da Gianluca, appassionato di fuoristrada.