CLV

Torna in HomeCorpi senza nome
Scomparso

Cadavere ritrovato ad Agira (Enna): Chi riconosce questo volto e questi indumenti?

Data pubblicazione:01/02/2010

Il 12 gennaio 2010 é stato rinvenuto uno scheletro in un vecchio pozzo di raccolta dell'acqua piovana in Contrada Sparagogna/Buzzone, nel territorio di Agira (Enna). I resti sono stati ricomposti all’obitorio del cimitero ed è stato effettuato l’esame autoptico. Gli inquirenti hanno recuperato anche i vestiti appartenenti al cadavere: pantaloni verde militare taglia 46/48, una cinta di cuoio nera, una camicia chiara con quadretti verde petrolio, scarpe nere numero 45. I carabinieri del comando provinciale di Enna hanno esaminato le denunce di scomparsa degli ultimi 15 anni. L'esito del Dna permetterà di compiere gli accertamenti e le comparazioni con il Dna dei familiari delle persone scomparse nella zona e stabilire la data e la causa del decesso nonchè l'età del defunto.

  • 15 giugno 2011

    Non ha ancora un nome il cadavere trovato in un pozzo di contrada Buzzoni, in territori d'Agira. Per riuscire a risalire all'identità della vittima i carabinieri del Norm, su disposizione della Procura di Nicosia, stanno adesso prelevando campioni di saliva dai familiari di alcuni degli scomparsi della provincia di Enna, Catania e Caltanissetta per compararli ai dati forniti dai consulenti tecnici. Secondo queste indicazioni si tratterebbe di una persona di sesso maschile, di razza bianca, quarantenne, alto circa 175 cm, che potrebbe essere morto 12-36 mesi prima del ritrovamento. I reperti verranno ora trasmessi al laboratorio di Biologia del Reparto Investigazioni Scientifiche dei Carabiniere Messina, dove militari specializzati potranno estrarre il Dna e compararlo con quello del cadavere.

  • 26 marzo 2013

    Il dr. Matteo Borrini, antropologo forense, ha reso noti i risultati della consulenza tecnica d’ufficio di cui è stato incaricato dal procuratore della Repubblica di Nicosia (Enna) dr. Fabio Scavone e del sostituto, dr.ssa Anna Granata, titolari delle indagini. Sono stati precisati meglio alcuni dei dati iniziali e ne sono emersi di nuovi utili per l’identificazione dei resti. La data del decesso può essere fatta risalire alla tarda primavera - estate del 2009. Si tratta di un individuo di sesso maschile e di razza caucasica. Dalla dentatura si al momento del decesso si desume che avesse tra 55 e 60 anni d’età. La statura è compresa fra i 174 e i 185 centimetri. Dall’esame TC è emersa una osteoartrite su alcune costole e sul femore. Quindi l’individuo poteva essere claudicante. La muscolatura risulta particolarmente sviluppata, segno di attività fisica svolta durante la vita. E’ stata inoltre effettuata una ricostruzione tridimensionale del volto. Non è stato possibile risalire a informazioni sui capelli o sul colore degli occhi. La procura ha diffuso nuove immagini dei vestiti del cadavere: una camicia a maniche corte beige a quadretti verde petrolio; pantaloni casual in tessuto elasticizzato, di colore verde militare, taglia 46/48; scarpe basse di colore nero, in pelle con suola di gomma e punta squadrata; una cintura di colore nero con motivi a rilievo di forma cubica; una fibbia in metallo argenteo; calze corte nere in spugna con un simbolo grigio; slip neri in tessuto sintetico, con disegno a rombi verdi e blu su sfondo chiaro e una fascia elastica nera che l’uomo portava alla vita.