CLV

Torna in HomeCorpi senza nome
Scomparso

Lo sconosciuto del Celio (Roma)

Sesso:M
Statura:170
Segni particolari:Ha un neo sotto l'occhio sinistro
Data pubblicazione:06/02/2013

1 agosto 2011 un uomo è stato trovato senza vita nella struttura religiosa del quartiere Celio di Roma che lo ospitava da due anni. Accertate le cause del decesso, dovuto a un infarto cardiaco, è emersa la difficoltà di stabilire l’identità dell’uomo, di circa 70 anni, alto 1,70m, con un neo sotto l’occhio sinistro. Lui aveva dichiarato di chiamarsi Gherardo Villeneve Vandeuve nato in Svizzera, ma per il commissariato di polizia di Roma - Celio non sarebbe il suo vero nome. “Quest’uomo dal 1984 al 1998 è stato fermato nel nostro Paese per tre volte, a Firenze, Genova e Milano, ed in ognuna di queste occasioni ha fornito un’identità diversa, specificando date di nascita ed indicando luoghi di nascita sempre esteri (Austria, Francia e Svizzera). Abbiamo verificato attraverso le autorità locali e tramite Interpol  se queste sue identità esistessero realmente nei tre paesi esteri. Ma, finora, questo uomo non esiste, come non esistono le identità che ha fornito”, ha spiegato il sostituto commissario Emidio Della Gala, che ha rivolto un appello agli spettatori di “Chi l’ha visto?” che possano fornire informazioni utili.

Le suore che  lo ospitavano hanno riferito che in qualche occasione l’uomo aveva accennato. Inoltre, in occasione della partecipazione del Papa al pranzo di natale del 2010, poiché l’uomo parlava ben sette lingue, le suore avevano scelto proprio lui per sedere accanto a Benedetto XVI, con il quale infatti conversò in tedesco. Le testimonianze delle suore concordano sul fatto che si trattasse di una persona  molto intelligente e colta. Al di là delle ipotesi, un aiuto a scoprire la sua vera identità può venire da chi è entrato in contatto con lui o dall’ipotetico figlio, se esiste.