CLV

Torna in HomeMisteri
Scomparso

La sconosciuta di Klagenfurt

Data messa in onda:17/11/2010

La polizia criminale di Klagenfurt (Austria) ha chiesto l'aiuto del pubblico di "Chi l'ha visto?" per identificare una giovane donna il cui corpo è stato ritrovato il 4 ottobre 2008 da un ciclista nel  bosco di Völkermarkt, a 25 chilometri di distanza da Klagenfurt e a qualche centinaio di metri dall'imbocco dell'austrada A2. Gli investigatori ritengono che la donna possa essere italiana o che comunque abbia vissuto per un lungo periodo nel nostro Paese e che quindi qualcuno possa riconoscerla. Aveva un aspetto molto curato, età tra i 30 e i 40 anni, era alta un 1,55, pesava 48 chili, occhi marroni e capelli corti castani, numero di scarpe 33/35. Per le unghie delle mani e dei piedi usava dello smalto chiaro, non aveva nessuna cicatrice, né tatuaggi né piercing. Si sarebbe sottoposta a cure odontoiatriche costose, eseguite con una tecnica italiana. Aveva corone di porcellana su quasi tutti i denti, tranne su 4 nella mascella inferiore, mentre nella mascella superiore aveva un ponte di 5 denti. Vicino al corpo sono stati ritrovati degli occhiali da lettura marca Ray-Ban, immessi sul mercato nel 2006, e una collana in oro bianco con inserti in oro giallo di fattura veneziana. Alla collana è appeso un ciondolo con incastonato un diamante. Il delitto è avvenuto alle prime luci dell'alba del 4 ottobre 2008. Dopo averla schiaffeggiata, l'assassino le ha sparato  quattro colpi di pistola (caricata con cartucce "Fiocchi"di fabbricazione italiana), poi ha tentato di bruciarne il corpo. Durante la fuga, ha perso un pezzo della carrozzeria della sua auto, una Volkswagen Polo in produzione dal 2006.
La mancanza di riscontri con le denunce di scomparsa non ha aiutato a risolvere il caso e la presenza in zona di altre morti sospette ha reso il mistero ancora più fitto. Garantendo la massima riservatezza, gli inquirenti austriaci si appellano a chiunque può aiutare a dare un nome alla sconosciuta attraverso le informazioni e le immagini diffuse, in particolare a dentisti, odontotecnici e negozi di ottica. L'identificazione della vittima è fondamentale per le cattura del suo assassino.